La Storia di Padova

Leggenda narra che la fondazione di Padova risalga al 1184 a.C., quando il principe Antenore, sfuggito dalla città di Troia in fiamme, arrivò in questa incantevole zona del Veneto.

In realtà la suggestiva storia sembra essere stata creata da uno degli storici antichi più autorevoli, il celebre Tito Livio, forse nell'intento di accrescere il fascino della sua terra natale. Lo stesso obiettivo è stato perseguito dai padovani che nel Duecento hanno proceduto alla costruzione della tomba di Antenore, un monumento funebre nel quale in realtà sono contenute le ossa di un guerriero che non è il principe troiano, ma ugualmente è ammirato dai cittadini e dai turisti.

Lasciando la leggenda per la storia, ricordiamo che Padova fu un municipio romano nel 49 a.C., dopo importanti vittorie al fianco di Roma, uno dei più rigogliosi dell'Impero per produttività e ricchezza e nel PIL dell'epoca rivestiva un ruolo primario l'arte manifatturiera ed in particolare la lavorazione della lana.

La decadenza dell'Impero Romano portò con sè anche il declino di Padova, invasa da popolazioni barbare, devastata dai longobardi guidati da Agilulfo e conquistata dai franchi.

La storia di Padova tornò radiosa nel XII secolo con la conquista dello status di libero comune, il quale si oppose fieramente al Barbarossa, uscendo vincitore nella prima lega lombarda e perdente nella seconda. In seguito alla sconfitta il libero comune si dovette assoggettare a Ezzelino III da Romano, il quale governò per una ventina d'anni prima d'essere cacciato dai cittadini nel 1256.

Nel 1318 s'insediarono i da Carrara (chiamati anche Carraresi) che regnarono su Padova fino a quando la città non venne conquistata dai veneziani nel 1405. In seguito alla caduta della Serenissima la città veneta subì l'invasione dei francesi e quindi venne ceduta all'Austria con il Trattato di Campoformio, prima d'essere ripresa dai francesi nel 1801.

Gli austriaci però non si arresero e nel 1813 rioccuparono Padova, liberatasi con i moti del 1848 ed annessa al regno d'Italia nel 1866.

 

Previsioni del Tempo